Aggiornamento stacco cedole (e imposta di bollo)

Prospetto cedole febbraio 2015

Prendiamo il nostro strumento di controllo e vediamo che al primo di febbraio c’è stato uno stacco cedole, si tratta di tre btp per complessivi 798,44 euro. Con l’invio dell’estratto conto titoli di dicembre viene anche addebitata l’imposta di bollo (0,20%). Quantifico l’imposta in 700 euro (tenendomi un po’ largo), l’addebito vero e proprio può essere mensile, trimestrale, semestrale o annuale. Dipende dalla frequenza con cui la banca invia il rendiconto. Nella nostra simulazione, addebito tutta l’imposta ad inizio anno. Questo non cambierà di molto le cose e non influirà, se non in modo marginale, sul rendimento.

Il prospetto viene quindi aggiornato con l’addebito dell’imposta e l’accredito della cedola di febbraio.

Precedente Investire in azioni – Indice S&P 500 Successivo Aggiornamento portafoglio 9 febbraio 2015